Mondello - Pa

Il n'y a pas de traductions disponibles

Mondello: intorno alla fine dell'800 si comprese che in Sicilia il turismo era un'attività che poteva dare un grande ritorno economico. Mondello, anticamente una semplice borgata di pescatori circondata da terreni prettamente paludosi, fu vista come ottima possibilità di sbocco in proposito e venne così avviato il suo processo di bonifica. Nel 1910 venne autorizzata la vendita di alcuni terreni della "Tenuta della Real Favorita", di cui appunto la località di Mondello faceva parte, così che alcuni privati ma in particolare la società italo-belga "Les Tanwtsaj", formatasi per l'occasione, ricevette dal Comune di Palermo la concessione per la costruzione di alcune centinaia di ville, una linea tranviaria ed uno stabilimento balneare. Molte delle strutture delle ville, come anche il maestoso stabilimento balneare, vennero costruite in stile Liberty che, a quel tempo molto in voga e preferito ad altri, era caratterizzato da particolari elementi decorativi spesso floreali e colorati eseguiti su intonaci, piastrelle, ferro battuto, tipici della "Belle Epoque". Lo stabilimento, progettato dall'Ingegnere Rodolfo Stalker, fu edificato su due elevazioni, poggiato su una piattaforma a palafitte sul mare e collegato per mezzo di un pontile sorretto da piloni al Viale Regina Elena. Oggi Mondello, posizionata ad una decina di chilemetri dal centro di Palermo e facilmente raggiungibili rimane una delle mete preferite da residenti e turisti che la frequentano tutto l'anno e godere, tra un gelato, una bibita, un bagno o una semplice passeggiata, di una visione ed un'atmosfera estremamente distensiva e piacevole.