Palazzo Reale o dei Normanni - Pa

Il n'y a pas de traductions disponibles

Palazzo Reale o dei Normanni: eretto su una preesistente roccaforte rispettivamente Punica, Romana, Bizantina ed infine nel IX Secolo Araba. Nel periodo normanno fu rinforzata la sua difensa con la costruzione della Torre Rossa. Ruggero II nel  XII secolo converte la fortezza in residenza reale e vi aggiunge la Cappella Palatina. Successivamente il Palazzo venne arricchito da altri locali quali il Tiraz e la Zecca, oltre che a delle torri costituenti le abitazioni della corte, comunicanti tra loro e chiamate Ioaria, Pisana, Greca e Chirimbi. Cadendo la dinastia Sveva e poi aragonese, nel 400 il Palazzo venne riutilizzato come fortezza. Nel 1500 con il dominio Spagnolo il Palazzo subì delle trasformazioni. Venne abbattuta la Torre Rossa, una parte del Palazzo fu distribuita su tre livelli, vennero costruiti i portici del Cortile della Fontana, il Cortile Maqueda ed il corridoio che lo collega a "Porta Nuova". Con Federico II fu sede Regale, di opifici tessili, laboratori di oreficeria e della prestigiosa Scuola Siciliana. Oggi è sede dell'Assemblea Regionale Siciliana e dell'Osservatorio Astronomico fatto istallare da Ferdinando IV presso la Torre Pisana.

Indirizzo: Piazza Indipendenza - Tel: 0917051111 / Fax: 0917056010
Apertura: lunedì, venerdì e sabato 8,30-12,30 e 14,30-17 / domenica 8,30-14
Biglietto: € 8,50