S. Giovanni di Malta - ME

S. Giovanni di Malta: posta all'interno del Palazzo della Prefettura, la piccola
chiesa progettata da Jacopo del Duca, subì abbellimenti e riedificazioni dal
1588 al 1657. L'impianto manieristico del prospetto, rimasto come unica
testimonianza della chiesa dopo le demolizioni causate dal terremoto del
1908, venne utilizzato come modello da tanti altri architetti del periodo. Il suo
nome è dovuto all'annesso Palazzo del Gran Priorato dei Cavalieri di Malta.
Al suo interno si trovano le reliquie dei martiri Benedettini Placido, Eutichio,
Vittorio e Flavia uccisi secondo la leggenda nel 541 dai pirati. Presenti anche
la tomba dello scienziato, umanista, astronomo ed architetto Francesco
Maurolico ed argenti del 700 ed 800.